Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

Il Cognac

Questo distillato di vino prende il nome dalla cittadina di Cognac, sita a nord di Bordeaux. Il primo disciplinare di produzione risale al 1909 dove vennero definite le 6 zone di produzione: Grande Champagne , Petite Champagne , Borderies , Fins Bois , Bons Bois e Bois Ordinaires . Le prime tre sono le più importanti e vocate, donando al distillato note di violetta.  Per la produzione si utilizzano solo uve a bacca bianca, elencate nel decreto del 15 maggio 1936. Il vitigno più impiegato è l’ ugni blanc , chiamato in zona anche St. Emilion. Altri vitigni sono: folle blanche, colombard, jarancon blanc, montils, semillon, meslier e St. Francois. Attualmente abbiamo circa 80 mila ettari vitati e la raccolta delle uve avviene per la maggior parte con sistemi meccanici. Non vengono aggiunti solfiti, la fermentazione in genere dura una settimana a temperatura ambiente e la distillazione avviene dopo 6 o 7 settimane dalla vinificazione, non oltre il 31 marzo; è vietata l’aggiunta di zucche

Ultimi post

Il Brandy spagnolo

Il Brandy italiano

Lugana e il lago di Garda

Oltrepò Pavese, zona lombarda vocata alla produzione di vino

Franciacorta, le bollicine lombarde

La Valle del Rodano

Venissa

Il sangiovese

Tenute Lunelli, effervescenti anche con i vini fermi

La dinamica e la velocità di pensiero